antonietta potente

Luglio 14, 2020

Le parole

partendo da una citazione di Maria Zambrano. Note di un metodo, si analizza l'uso delle parole nel contesto attuale, dove domina la tecnologia e il mondo virtuale, spesse volte, sembra che le parole vengano prodotte da un ingranaggio, come fossero oggetti, immessi in un veloce vortice.
Luglio 12, 2020

Risposta alla lettera aperta di Monsignor Carlo Maria Viganò.

Perché il silenzio non sia interpretato come assenso. Lettera aperta a Monsignor Carlo Maria Viganò.
Giugno 17, 2020

Lettera aperta a Monsignor Carlo Maria Viganò.

Perché il silenzio non sia interpretato come assenso. Lettera aperta a Monsignor Carlo Maria Viganò.
Giugno 7, 2020

Spunti e link dell’incontro: “Le tre parole: Tempio, Legami, Multitudo”

Ricominciamo da tre parole: il tempio che ricorda il mondo dell'anima; i legami che ci riportano nel mondo della quotidianità e la multitudo che ci sospinge verso il mondo ampio del contesto sociopolitico. Rifletteremo insieme su questi tre aspetti della vita per tornare ad abitare la realtà.
Maggio 29, 2020

In memoria di lui

Queste poche righe sono in memoria del ragazzo afroamericano ucciso a Minneapolis (Minnesota), negli Stati Uniti, pochi giorni fa. E per questa memoria riprendo le parole di Simone Weil nel testo la prima radice.
Maggio 20, 2020

Occorre inventare

Simone Weil: dal suo testo, La persona e il sacro, trovo spunto per trovare che l'impegno più urgente è iniziare a praticare la politica con anima.
Maggio 19, 2020

Incontro online con Antonietta Potente: “Le tre parole: Tempio, Legami, Multitudo”

Ricominciamo da tre parole: il tempio che ricorda il mondo dell'anima; i legami che ci riportano nel mondo della quotidianità e la multitudo che ci sospinge verso il mondo ampio del contesto sociopolitico. Rifletteremo insieme su questi tre aspetti della vita per tornare ad abitare la realtà.
Maggio 12, 2020

Ode alla Parresia

Ode dunque alla parresia, virtù di chi sa di essere cittadina o cittadino. Ode alla parresia delle parole luminose e trasparenti, prive di inutili orpelli, umili e determinate.
Maggio 5, 2020

Cambiare

Parlano ancora di un nuovo inizio. Questo mi inquieta. Non capisco se lo dicono per consolarci o se, nel loro criptico linguaggio, hanno già formulato cosa ne sarà della nostra vita, delle nostre città, dei nostri precari guadagni e persino dei nostri sogni.